Se Fossi Diversa

Umberto Balsamo

  • Aumentar Fonte
  • Diminuir Fonte
Se Fossi Diversa
Tu l'hai mai visto
un mendicante
che cosa gli hai dato
un po' di denaro
e poi l'hai scordato.
Ma con le tue mille lire
non smettera' di soffrire
come non smetto di odiarti
io che ho saputo anche amarti
adesso fuggo da qui perche' se no io morirei
morirei.
Se fossi diversa
se avessi piu' cuore
vedresti in un bimbo, in una sera, in un mattino, in uno sguardo
un po' d'amore.
Non posso insegnarti
cos'e' un sentimento
per questo mia cara seguiro' dove va il vento
e non ritornero' mai piu'
Guarda sui tetti
i gatti in amore
tu sei come loro
in piu' sei coperta di falso pudore.
Ma cosa c'e' di piu' bello
che dare tutto ad un uomo
tu lo dovresti imparare
e non far finta di amare
come hai fatto con me che non vivevo senza te
senza te.
Se fossi diversa
se avessi piu' cuore
vedresti in un bimbo, in una sera, in un mattino, in uno sguardo
un po' d'amore.
Non posso insegnarti
cos'e' un sentimento
per questo mia cara seguiro' dove va il vento
e non ritornero' mai piu'.
Ricordo che mia madre quando io le dissi addio
non pianse un solo istante, mentre invece piansi io,
pero' dovevo andare
avevo da cercare qualcosa,
qualcosa.
Adesso sto piangendo ma tu non mi fermerai
io vado per cercare cio' che adesso non mi dai,
non mi dai.
Se fossi diversa
se avessi piu' cuore
vedresti in un bimbo, in una sera, in un mattino, in uno sguardo
un po' d'amore.
Non posso insegnarti
cos'e' un sentimento
per questo mia cara seguiro' dove va il vento
e non ritornero' mai più